L’IMPORTANZA DELLA DISINTOSSICAZIONE

L’IMPORTANZA DELLA DISINTOSSICAZIONE

L’approccio naturopatico riconosce lo squilibrio come la risultante di un livello tossico che ha superato il limite di tollerabilità del corpo e il conseguente tentativo dell’organismo di eliminare le tossine. In primis comporterà che l’intestino e di riflesso l’intero organismo, sia coinvolto in un processo di detossificazione delle sostanze di scarto (tossine) accumulate durante i processi fisiologici, nell’arco dei giorni, mesi, anni. Il processo di detossificazione permette all’organismo di eliminare le tossine che se non correttamente smaltite, diventano inevitabilmente causa di stati infiammatori, anche in distretti corporei distanti dall’intestino. Per questo motivo il sovraccarico di scorie è molto spesso la causa scatenante di mal di testa, dolori articolari, rigidità nei movimenti, gonfiore degli arti. In particolare la ritenzione dei liquidi corporei è la risultante del tentativo dell’organismo di diluire il carico di tossine al fine di limitare i danni infiammatori.